La Pietra filosofale - Philosopher's stone

[ENGLISH BELOW] La pietra filosofale è da secoli avvolta da curiosità e mistero , viene considerata per eccellenza la pietra o sostanza simbolo dell'alchimia.
Questa pietra o sostanza (poiché descritta in diverse consistenze) è raffigurata nell'immaginario collettivo prevalentemente di colore rosso fuoco dovuto forse a l'accostamento al Cinabro (base del pensiero alchemico nell'antichità nella ricerca dell'immortalità) e avrebbe delle straordinarie proprietà quali la possibilità di trasmutare i metalli in oro , la conoscenza assoluta e fornire l'elisir di lunga vita in grado di conferire l'immortalità e guarire qualsiasi malattia.
Per le sue straordinarie proprietà la pietra filosofale è sempre stata oggetto di leggende e desideri poco morali, spinti dall'idea di poter ottenere l'immortalità e il potere.
Diverse sono le simbologie attribuite alla pietra filosofale, dall'uroboro per il suo significato ciclico di rigenerazione , all'uovo della creazione , alla quadratura alchemica del cerchio, simbolo geometrico della pietra filosofale, illustrato nel trattato del 1618 Atalanta fugiens di Michael Maier . C'è chi crede però sia semplicemente una metafora , tuttavia sembra aver origine dalle teorie dell'alchimista Jabir ibn Hayyan.
La diffusione di queste dottrine Arabe nel medioevo ha fatto si che venne accostata la pietra filosofale anche alla figura di Cristo.
Vennero descrissi vari procedimenti per ottenerla ,tra i vari trattati di carattere alchemico, il Mutus liber o libro senza parole, pubblicato nel XVIII secolo, forniva istruzioni in linguaggio simbolico per creare una pietra filosofale, per secoli Alchimisti e scienziati utilizzarono tempo e forze alla sua ricerca, in particolar modo durante il periodo rinascimentale. L'alchimista Paracelso riteneva possibile la realizzazione della pietra filosofale e di un elisir per l'immortalità grazie all’Alkahest. Cagliostro disse di esserne in possesso e a numerosi fu attribuita la scoperta della pietra filosofale tra cui Nicolas Flamel, il conte di Saint Germain , John Dee avrebbe operato una trasmutazione del piombo in oro di fronte a testimoni.
Tante sostanze e pietre nel corso dei secoli sono state scoperte , tante ma non la pietra filosofale che resta ancora oggi un'affascinante mistero.
Tante sono le ipotesi e leggende costruite nel tempo , ed anche numerosissimi pareri contrastanti , c'è chi è convinto della sua scoperta in periodo rinascimentale e che uno degli alchimisti alla quale è stata attribuita la sua scoperta è tutt'ora vivo e porta con sè il grande segreto alchemico e c'è chi invece crede che la pietra filosofale sia la conoscenza di trascendere la materia diventando un essere spirituale superiore e quindi riuscire ad elevare il proprio spirito dalla materia.
Forse una di queste leggende e ipotesi è realmente vera o forse in fondo era solo un riflesso della conoscenza assoluta tanto desiderata.


The philosopher's stone has been shrouded in curiosity and mystery for centuries, the stone or substance, is symbol of alchemy considered par excellence.
This stone or substance (as described in different consistencies) is depicted in the collective imagination predominantly of a fiery red color due perhaps to the juxtaposition with Cinnabar (the basis of alchemical thought in antiquity in the search for immortality) and would have extraordinary properties such as the possibility of transmuting metals into gold, absolute knowledge and providing the elixir of long life capable of conferring immortality and healing any disease.
Because of its extraordinary properties, the philosopher's stone has always been the object of legends and desires that are not moral, driven by the idea of being able to obtain immortality and power.
The symbologies attributed to the philosopher's stone are different, from the uroboro due to its cyclic regeneration meaning, to the egg of creation, to the alchemic quadrature of the circle, the geometric symbol of the philosopher's stone, illustrated in the 1618 treatise Atalanta fugiens by Michael Maier. However, there are those who believe it is simply a metaphor, but it seems to have originated from the theories of the alchemist Jabir ibn Hayyan.
The spread of these Arab doctrines in the Middle Ages meant that the philosopher's stone was also placed next to the figure of Christ.
Various procedures were described to obtain it, among the various treatises of an alchemic character, the Mutus liber or wordless book, published in the eighteenth century, provided instructions in symbolic language to create a philosopher's stone, for centuries Alchemists and scientists used time and strength to its research, especially during the Renaissance period. The alchemist Paracelso thought it possible to create the philosopher's stone and an elixir for immortality thanks to the Alkahest. Cagliostro said he was in possession of it and many were attributed the discovery of the philosopher's stone, including Nicolas Flamel, the Count of Saint Germain, John Dee would have made a transmutation of lead into gold in front of witnesses.
Many substances and stones over the centuries have been discovered, many but not the philosopher's stone that still remains a fascinating mystery.
There are many hypotheses and legends built up over time, and also numerous contrasting opinions, there are those who are convinced of its discovery in the Renaissance period and that one of the alchemists to whom its discovery was attributed is still alive and brings with it the great alchemical secret and there are those who instead believe that the philosopher's stone is the knowledge of transcending matter, becoming a superior spiritual being and therefore being able to elevate one's spirit from matter.
Perhaps one of these legends and hypotheses is really true or perhaps after all it was only a reflection of the much desired absolute knowledge.