La Salvia bianca - The White sage

[ENGLISH BELOW]

La Salvia bianca (Salvia apiana) è un sempreverde originario degli Stati uniti sud-occidentali e del Messico nord-occidentale.

Viene chiamata anche Salvia sacra per il suo utilizzo nei secoli dai Nativi americani in diversi rituali e durante le cerimonie. Usata frequentemente in rituali di purificazione e per favorire i viaggi dello sciamano, la salvia è scientificamente un arbusto con proprietà benefiche nella "pulizia" degli ambienti , quindi non solo dal punto di vista spirituale.

Tante sono le leggende legate ad essa una di queste narra che, in una tribù di Nativi Americani, era usanza fare un'offerta a bisonte bianco. Tutti portavano doni preziosi. Quando arrivò il turno di una donna molto povera, questa non aveva nulla da donare. La donna allora raccolse alcune erbe che crescevano lungo il sentiero della sua casa e, colma di fede e devozione, le depose come offerta sull'altare. La sua devozione era così pura e sincera che le erbacce, ormai secche, ripresero vita colorandosi d'argento e li naque la salvia bianca.

White sage (Salvia apiana) is an evergreen native to the south-western United States and northwestern Mexico.

It is also called sacred Salvia for its use over the centuries by Native Americans in various rituals and during ceremonies. Frequently used in purification rituals and to encourage the shaman's travels, sage is scientifically a shrub with beneficial properties in the "cleansing" of environments, so not only from a spiritual point of view.

There are many legends related to it, one of which tells that, in a tribe of Native Americans, it was customary to make an offer to white bison. All brought precious gifts. When it came to the turn of a very poor woman, she had nothing to donate. The woman then gathered some herbs that grew along the path of her home and, full of faith and devotion, placed them as an offering on the altar. His devotion was so pure and sincere that the now-dry weeds came back to life by turning silver and giving them white sage.

Commenti: 0